menu

33/63

Kerim Jlali

Kerim è nato nel 1983 ed ha sempre seguito il consiglio di suo padre, originario della Tunisia, di studiare per garantirsi un futuro migliore. A scuola nutriva un grande interesse per le materie scientifiche: matematica, fisica, logica ed anche elettronica. In seguito al diploma scientifico ha continuato gli studi con un corso di laurea in informatica che ha lasciato per la cucina.

Affascinato sin da piccolo dal mondo di pentole e profumi affiancando la madre e apprendendo le basi della cucina italiana casalinga. Sapeva però che voleva imparare di più. “Guardavo il cibo, o per meglio dire il piatto, non come qualcosa da mangiare ma come una trasformazione, quasi magica, di tanti ingredienti per chiudere un cerchio di sapori, profumi e goduria per il palato.”

A 20 anni decide di abbandonare i studi e di recarsi a Roma.  Dopo vari impieghi in ristoranti della capitale approda nel 2005 da Pascucci al Porticciolo e ne diventa il sous-chef.

“Mi sento parte del ristorante e devo tutto al mio grande maestro e chef Gianfranco Pascucci. Lui mi ha insegnato tanto: il suo rispetto per la materia prima e il modo in cui riesce a conservare in ogni piatto i profumi e i sapori del mare.”